Altri progetti

ACQUA, FOCO E VENTO. Un viaggio nella memoria musicale della montagna pistoiese e della Toscana minore

Un progetto di Riccardo Tesi

Direzione musicale e arrangiamenti
RiccardoTesi e Maurizio Geri

Direzione vocale
Devis Longo

Acqua, Foco e vento

Riccardo Tesi (organetto diatonico)
Maurizio Geri (voce, chitarra)
Nando Citarella (voce, tamburello)
Mauro Palmas (voce, plettri)
Devis Longo (voce, tastiere,sax)
Anna Granata (voce)
Damiano Puliti (violoncello)
Claudio Carboni (sax)
Daniele Mencarelli (contrabbasso)
Valerio Perla (percussioni)

Gli esordi musicali di Riccardo Tesi sono legati alla figura di Caterina Bueno senza dubbio la più profonda conoscitrice ed interprete del repertorio tradizionale toscano.

A molti anni di distanza, con un percorso che lo ha consacrato come musicista moderno capace di attraversare etnie e stili musicali diversi, Riccardo Tesi rilegge la musica della sua terra. Per affrontare questo viaggio nella memoria musicale della Toscana “minore” sceglie come compagno Maurizio Geri, complice da molti anni nel gruppo Banditaliana; insieme condividono l’elaborazione gli arrangiamenti e la direzione musicale.

Commissionato dall’Assessorato alla Cultura della Provincia di Pistoia, “Acqua, foco e vento” è un progetto “d’autore”, nel quale più che la preoccupazione della correttezza filologica, emerge il desiderio di un’originale rilettura del repertorio della montagna pistoiese e toscano in generale, attraverso una reinterpretazione assolutamente personale e contemporanea.

In questo lavoro Riccardo Tesi si fa un po’ indietro come organettista per indossare i panni di coordinatore e direttore, lasciando il ruolo principale alla voce di Maurizio Geri, il più profondo depositario di questo patrimonio. La selezione dei brani mira a raccontare il mondo sonoro tradizionale, la storia e le vicende del popolo pistoiese, dalla montagna alla pianura, con aperture verso altre aree della Toscana come il senese e il grossetano, ma anche alla Corsica, che i pistoiesi conobbero attraverso il viaggio da carbonai e da pastori, durante la transumanza.

Il repertorio è costituito da canti di lavoro, ottave rime, canti di questua, ballate, ninne nanne, canti cumulativi tratti dalla tradizione integrati da composizioni personali. I musicisti che compongono l’organico, all stars della musica etnica nazionale, conferiscono un sapore unico allo spettacolo, che alcuni hanno già definito la migliore produzione di world music italiana degli ultimi anni.

Abbiamo suonato a:

*Pistoia Blues Festival

*Fabbrica Europa (Firenze)

*Suoni dal Mondo (Carrara)

*Grey Cat Festival (Grosseto)

*Itinerari Musicali (Pistoia)

*Itinerari Folk (Trento)

*Sete Sois Sete Luas (Pontedera)

*Folkest

*Passaggi di Confine (San Lazzaro di Savena)

*Eté Trade (Aosta)

NOTE BIOGRAFICHE DEI MUSICISTI

Riccardo Tesi
Compositore, strumentista, ricercatore: queste le anime della complessa e poliedrica personalità artistica di Riccardo Tesi, autentico pioniere dell’etnica in Italia e leader del gruppo Banditaliana. Dagli esordi decisamente folk nel 1978 al fianco di Caterina Bueno, alle odierne collaborazioni, la storia musicale del pistoiese Tesi vive di una preziosa continuità fatta di passione e di curiosità onnivore che dalla tradizione toscana lo ha accompagnato al confronto con quelle italiane, basche, inglesi, francesi e malgasce, con il jazz, il liscio e la canzone d’autore. Le esperienze musicali con il gruppo sardo-toscano Ritmia, il duo con Patrick Vaillant, lo spettacolo di canzoni occitane Anita, Anita ancora con Vaillant e Jean Marie Carlotti, il trio jazzistico col mandolinista nizzardo e Gianluigi , il trio di organetti Trans Europe Diatonique con Kirkpatrick, Perrone, Junkera hanno allargato i confini geografici e le frontiere musicali di Riccardo Tesi, insieme ad altre collaborazioni di grande prestigio come quella col malgascio Justin Valì, con la cantante sarda Elena Ledda, con l’arpista Vincenzo Zitello, con il jazz partenopeo di Maria Pia de Vito, col chitarrista flat-picking Beppe Gambetta, con l’etnojazz di Daniele Sepe, fino alla grande canzone d’autore italiana con Ivano Fossati, Fabrizio de Andrè, Ornella Vanoni, Gianmaria Testa, Giorgio Gaber.

Maurizio Geri
Inizia giovanissimo come componente del Collettivo Folcloristico Montano dove apprende le tecniche ed il repertorio del canto tradizionale della montagna pistoiese. Continua ad approfondire la conoscenza della musica toscana con Caterina Bueno, con la quale collabora per molti anni. Nel 1992 partecipa alla fondazione di Banditaliana di Riccardo Tesi nelle vesti di cantante solista e chitarrista. Nel 1995 partecipa alla produzione Un Ballo Liscio. Nel 1998 registra con Mauro Palmas, Elena Ledda, Gabriele Mirabassi ed altri il disco dello spettacolo “A volte ritornano”. Parallelamente al lavoro sulla musica etnica italiana, sviluppa come leader del Maurizio Geri Swingtet un progetto basato su di una rilettura molto personale della musica degli zingari manouche registrando nel 1998 l’album Manouches e dintorni e nel 2000 A cielo aperto.

Claudio Carboni
Sassofonista di liscio fin dall’età di undici anni, già presente nella produzione “Un ballo liscio” e componente stabile di Banditaliana.

Valerio Perla
Specialista di percussioni etniche già collaboratore di Jovanotti, Gragnaniello e MauMau.e componente dei Tamburi del Vesuvio.

Damiano Pultiti
Violoncellista di formazione classica ma aperto alla sperimentazione, componente dell’ Harmonia Ensemble.

Daniele Mencarelli
Contrabbassista emergente della scena jazz perugina, collabora con il clarinettista Gabrile Mirabassi e fa parte del Banditaliana sextet.

Anna Granata
E’ stata per molto tempo voce solista del gruppo fiorentino Bizantina.

Mauro Palmas
Dotato di una voce calda e profonda nonché virtuoso della mandola è stato il fondatore dello storico gruppo sardo Suonofficina ed è il responsabile musicale di Elena Ledda & Sonos.

Devis Longo
Poliedrico musicista piemontese, componente della Ciapa Rusa, Tendachent e Ensemble del Doppio Bordone. E’ responsabile degli arrangiamenti vocali.

Nando Citarella
Tamburellista, leader dei Tamburi del Vesuvio,una delle più belle voci del panorama etnico italiano che vanta numerose esperienze in TV , al cinema e in teatro.


BOOKING | SCHEDA TECNICA


Print



[credits] :: Matteo Magni :: web designer :: flash developerMatteo Magni | Studio ELIOCAPECCHI